Reply

Zenzero

« Older   Newer »
view post Posted on 29/2/2012, 13:32 Quote
Avatar


Group:
Administrator
Posts:
2,555

Status:


jpg



Dal gusto intenso e piccante, questa radice è molto utilizzata in cucina per il suo sapore e le sue proprietà.


Lo zenzero è una pianta dalle mille qualità e dall'aroma inconfondibile, utilizzata soprattutto nei paesi asiatici per preparare diverse pietanze dal sapore deciso.

Il nome della pianta officinale è zingiber, che deriverebbe dall'indiano zingibil, ma secondo altre versioni anche dall'Arabo zind-schabil, e vorrebbe dire radice.
E' una pianta perenne, appartenente alla famiglia delle Zinziberacee, proveniente dall'Asia orientale, e assomiglia ad una grande canna, con grossi rizomi orizzontali, aromatica, dal profumo e sapore che ricorda quello della canfora mista al limone e alla citronella.
Il rizoma è la parte della pianta che viene utilizzata, ha un odore pungente ed il sapore è decisamente piccante, infatti tutto ciò è sfruttato sia in ambito culinario sia per la produzione di liquori, ma anche per la frutta candita, la birra ecc.


E' coltivato soprattutto nei paesi caldi, come ad esempio Brasile, Perù, Africa e Messico, poiché la sua crescita richiede un clima molto caldo, appunto tropicale.
Si può reperire al naturale, con cuticola esterna, in questo caso si chiama zenzero grigio, oppure decorticato e in questo caso prende il nome di zenzero bianco.


Proprietà dello zenzero
Lo zenzero è una pianta stimolante, grazie alla presenza di un olio essenziale giallo in esso contenuto, derivante dalla secrezione di particolari cellule ghiandolari, la cui composizione è molto complessa.
Il sapore deciso è dato dal gingerolo.
Le proprietà di questa pianta furono scoperte già nell'antichità a livello di rimedi in erboristeria, oltre che il suo impiego in cucina per condire salse e come base per preparare il curry.
Tra le qualità e peculiarità più note vi è sicuramente quella antiossidante, ecco perché là dove fa molto caldo si usa aggiungere molto zenzero per favorire la corretta conservazione dei cibi.
Si considera poi anche il suo potenziale afrodisiaco.
Inoltre in Africa la sua peculiarità di uso è legata alla prevenzione contro le punture di zanzara.
Svolge azione revulsiva, impiegata per i cataplasmi contro i reumatismi e il male di denti, ma il suo impiego si trova anche nella cura della dispepsia, agevolando una buona digestione (ecco perché si usa anche nella produzione di liquori).
Il suo consumo può essere di aiuto anche nei casi di meteorismo, flautolenza e gonfiore intestinale, perfetto anche per contrastare la nausea legata al male d'auto, e quella da gravidanza.
Queste proprietà si sono evidenziate negli anni grazie a diversi studi condotti in laboratorio, come ad esempio il suo effetto protettivo nei riguardi delle gastriti e delle ulcere nello stomaco.
Molto interessante poi la sua attività antinfiammatoria, sfruttata per preparare colliri con una buona capacità decongestionante, per curare le infiammazione oculari in caso di allergia, ideali anche per lavaggi oculari rinfrescanti.
Non va invece usato in caso di litiasi biliare, come sempre è bene prima di utilizzare una spezia, soprattutto se particolare e meno conosciuta, chiedere anche consiglio al proprio medico in funzione della condizione generale fisica.

fonte

Celestecaffe2
siepe0... bannerceleste

"Fintanto che l'uomo continuerà a distruggere gli esseri viventi inferiori, non conoscerà mai né la salute né la pace. Fintanto che massacreranno gli animali, gli uomini si uccideranno tra di loro. Perché chi semina delitto e dolore non può mietere gioia e amore"(Pitagora)
 
PM Email  Top
jolavanda
view post Posted on 29/2/2012, 17:59 Quote




Verramente una piante eccezionale e interressante


:2.gif: :1.gif:


 
Top
1 replies since 29/2/2012, 13:32
 
Reply